Come funziona il solare termico

Come funziona?

Come possiamo sperimentare quotidianamente, ciò che è esposto al sole aumenta di temperatura. Il Collettore o Pannello Solare Termico non fa altro che ottimizzare questa trasformazione della radiazione solare in calore.

Il principio per cui il collettore solare riesce a catturare tanta energia è lo stesso delle serre utilizzate in ortobotanica, vale a dire l’effetto-serra. Il vetro che copre la piastra captante fa transitare la radiazione solare, ma blocca il calore di ritorno emesso dalla piastra: una vera e propria trappola che imprigiona il massimo dell’energia solare.

Il prezioso calore catturato non deve essere sprecato, quindi il collettore è coibentato con materiali isolanti sul retro e sui lati. Al contrario, la piastra captante è costituita da metalli buoni conduttori di calore come il rame.

All’interno delle serpentine contenute nella piastra captante fluisce una miscela di acqua con glicole (od in alcuni casi etanolo), la cui funzione è trasportare il calore sino all’accumulo dell’acqua sanitaria.

In alternativa ai pannelli solari piani appena descritti, esistono i collettori solari a tubi sottovuoto, più adatti a zone con climi più rigidi e/o a scarso irraggiamento solare. Essi sono composti da tubi in vetro sottovuoto con all’interno un concentratore parabolico e un assorbitore in rame. Il vuoto realizzato all’interno dei tubi funge da isolante, limitando al massimo le perdite di calore.

Questo sito utilizza i cookies per raccogliere informazioni anonime al fine di migliorare l'esperienza utente. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies.